Enciclopedia B

Enciclopedia di Bricoportale. Termini che che iniziano con “B”

Nastro di materiale sintetico di varia larghezza (dai 50 mm in su) che ha una faccia ricoperta di bitume e l´altra di foglio d´alluminio. Serve per coprire  giunzioni in strutture diverse allo scopo di realizzare una sicura sigillatura. Si fissa con chiodi, adesivo bituminoso e (alcuni tipi) a caldo.

Il barbecue è un'attrezzatura mobile o fissa per cuocere cibi alla brace, all´aperto. Può essere di mattoni e muratura collocata in giardino oppure di struttura metallica pieghevole e smontabile per essere facilmente trasportata. E´ comunque composta da un piano di fuoco sul quale viene collocato il combustibile (carbonella di legno) e da una griglia, distanziata dal piano di fuoco, su cui poggiano i cibi per la cottura. Esistono anche pratici girarrosti con carica a molla o a pile che possono essere installati appena sopra il fuoco, in modo da tenere in ritazione il cibo da cuocere.Servono anche il liquido speciale per l´accensione della carbonella, spiedi di metallo, lunghi forchettoni e guanti antiscottature.

La basetta è una striscia di materiale isolante e rigido su cui sono riportati  degli occhioli metallici, che serve per cablaggi elettrici.Con lo stesso nome si indica anche la piastra ramata da cui si possono ricavare dei circuiti stampati per la realizzazione di apparecchi elettronici.Le basette vengono fissate all´interno di una apparecchiatura sulla parte isolante mentre i conduttori vengono saldati agli elementi metallici.

Metodo di derivazione orientale per realizzare disegni colorati su tessuti. I materiali necessari si trovano nei negozi di belle arti.La tecnica consiste nell´eseguire sul tessuto da dipingere il disegno voluto e quindi applicare il tessuto su un telaio che lo tiene ben disteso.Quindi con un pennellino si ricoprono alcune zone di cera fusa in modo che un successivo bagno in una tintura non colori queste zone. Successivamente si asporta la cera con una carta assorbente e il ferro da stiro e se ne applica dell´altra su altre zone, quindi si procede a un ulteriore tintura. Si ottiene così con un paziente lavoro di mascheratura e tinteggiatura, il dipinto su tessuto.

Una batteria d'auto recuperata è una utile fonte di energia elettrica (in corrente continua a 12 volt) per azionare elettrodomestici, e altre apparecchiature elettriche (mangianastri, miniutensili, radio, televisioni, ecc.). II collegamento alla batteria si effettua con morsetti o pinze apposite e con cavi isolati. Bisogna porre la batteria su un supporto di legno stabile e distanziato da parti metalliche. La batteria deve essere periodicamente (ogni 3 mesi circa) ricaricata con un carica batterie anche se non viene utilizzata. Bisogna collocarla in un posto ove sia di difficile accesso a persone inesperte, in quanto contiene dell´acido pericoloso, mentre il cortocircuito produce scintille e surriscaldamenti.

Il battitoio è blocchetto di legno duro o di piombo su cui si poggia un foglio di metallo da sagomare con il martello a testa tonda. La cedevolezza del battitoio consente di praticare sul metallo da lavorare (lamiera di ferro, rame o altro) i segni caratteristici della battitura e permette una facile sagomatura.

Detto anche "scalpello per mortasa" è un attrezzo manuale per la lavorazione del legno. Ha una lama robusta di sezione rettangolare  larga da 3 a 15 mm. La punta ha un angola abbastanza basso per incidere il legno e tranciare facilmente le fibre. II manico è robusto e sopporta colpi ripetuti. Serve per realizzareCAVE, mortase (= MORTASA) e per tagliare incastri.

Oltre alle normali utilizzazioni la benzina è utile in molte circostanze. Essendo un potente solvente per molte sostanze grasse è molto utile per pulire e lavare parti meccaniche, anche in combinazione can il gasolio. E’ in vendita anche una benzina speciale che funge molto bene come smacchiante (grassi, resine, cere, diverse pitture) ma che non deve essere usata su materiali quali l’acetato di cellulosa (seta artificiale) in quanto lo danneggia. La benzina è molto volatile e si incendia con estrema facilità. Per questo motivo è importantissimo operare un rimessaggio sicuro, lontano da tonti di calore. Per il magazzinaggio non utilizzare taniche in plastica perché, con l’evaporazione, gonfiano e possono perdere gas. Si usano taniche metalliche con tappo a pressione.

Il termine si riferisce a una sostanza colorante bianca usata come base per molte pitture bianche( carbonato di piombo o ossido di zinco) .Usualmente si indica con questo nome la pittura bianca con  forte potere coprente.