Enciclopedia T

Enciclopedia di Bricoportale. Termini che che iniziano con “T”

Termine che indica la struttura portante di diversi elementi quali mobili, quadri, componenti meccanici, eccI telai devono, in genere, essere robusti e ben fermi in modo che le varie parti che essi sostengono, non possono muoversi, Durante la costruzione dei telai in legno conviene sempre affidarsi a elementi ben stagionati, che non presentino nodi o fessure in modo da essere garantiti  sulla durata e sulla stabilità del telaio stesso.I telai in legno vengono realizzati e assemblati per mezzo di incastri solidi a dente, a coda di rondine o per spinatura, a seconda del tipo di mobile o di struttura da realizzare. Un telaio in genere, non è destinato a rimanere a vista, per cui può anche essere costituito da legname grezzo anche se la piallatura permette di eseguire lavori di maggiore precisione.

Operazione di controllo di allineamento, perpendicolarità, planarità di diversi elementi, che si effettua guardando nello strumento di riferimento e controllando se altri oggetti sono allineati a esso: si traguarda ad esempio la posizione di un filo a piombo per rilevare se è sempre parallela alla parete, oppure si traguarda la posizione di più picchetti per scoprire se altri picchetti (o altri elementi) sono al medesimo livello. Esistono degli strumenti di misura ad acqua composti da due bicchieri comunicanti che permettono, traguardando i livelli d´acqua in entrambi, di determinare il parallelismo di questi livelli con un terzo oggetto e quindi valutarne con precisione la sua altezza.

Espressione gergale per indicare il sistema di inchiodatura trasversale in modo che il chiodo che unisce due elementi non sia perpendicolare a essi, ma sia angolato nspetto a entrambi. L´inchiodatura "alla traditora" consente di ottenere un migliore bloccaggio dei pezzi in quanta lo sforzo di trazione che serve per distaccarli è superiore a quello necessario se il chiodo fosse conficcato verticalmente.

Utensile manuale dotato di due ganasce a forma di C, con labbra affilate e contrapposte, e fornito di due impugnature. Le ganasce si stringono con grande forza essendo fulcrate con un braccio corto rispetto alla impugnatura. Le tenaglie servono per afferrare ed estrarre chiodi, tagliare corpi metallici sottili e afferrare con forza elementi diversi. Sono anche utili per rifinire tagli irregolari su piastrelle e su vetro, afferrando le sbeccature e rompendole.

Particolare strumento che serve per poggiare le moquette cosiddette "tesate". E’ costituito da una testa con alcuni dentini e da un gambo con un appoggio morbido. Il tenditore viene poggiato sulla moquette, in modo che i dentini facciano presa, mentre con il ginocchio si spinge verso la parete e si aggancia la moquette stessa ai particolari profilati dentati. Proseguendo l´operazione lungo tutto il bordo di contatto tra la moquette e la parete, si ottiene una perfetta tensione della moquette stessa sul pavimento.