Enciclopedia L

Enciclopedia di Bricoportale. Termini che che iniziano con “L”

Cordicella che viene utilizzata per tracciare sui terreno, o in altre situazioni, una linea di riferimento da rispettare per la costruzione di strutture diverse.La lenza deve sempre essere ben tesa, altrimenti la sua oscillazione potrebbe causare errari. La lenza viene collegata alle estremità su picchetti piantati nel terreno oppure a chiodi e occhielli fissati alle pareti. Un particolare tipo di lenza è quella "mobile", che serve per l´elevazione di una parete. Essa viene collegata a due occhielli che possono scorrere lungo due fili di ferro collocati verticalmente (e fissati stabilmente) alle due pareti contrapposte tra cui innalzare una terza parete. Man mano che si depositano i corsi di mattoni la lenza viene fatta scorrere verso l´alto grazie agli occhielli e  mantenuta in corrispondenza del corso di mattoni che si sta posando. In tal modo si ha la certezza che la parete risulti diritta dal primo corso alI´ultimo.

Operazione di asportazione della parte superficiale di una pavimentazione a parquet. La lamatura si esegue con una macchina speciale (lamatrice) che è dotata di una coppia di rulli che azionano una nastro levigatore. La lamatura ha il compito di eliminare ogni piccolo dislivello tra i vari elementi del parquet e rendere la superficie assolutamente compatta e piana. Durante la lamatura vi è un notevole sviluppo di polveri che in parte vengono aspirate dal sacco della lamatrice; conviene perciò lavorare in un ambiente aerato e indossare una mascherina. La lamatrice è una macchina piuttosto costosa il cui acquisto non è giustificato se non bisogna affrontarepiù lavori in serie. E’ abbastanza facile, però, affittarla da ditte specializzate.

Finitura di una superficie di metallo che permette di ottenere una lucentezza e una brillantezza notevoli. Con questo termine si indica anche I´azione di ravvivamento del "filo" delle forbici che può essere ottenuto, in modo empirico ma efficace, per mezzo di una bottiglia dal collo lungo. In pratica si tratta di tentare di "tagliare" con le forbici il colla della bottiglia. In tal modo il filo delle lame diviene particolarmente liscio e la lama si rigenera parzialmente.

Legno molto resinoso e di un bel colore rossiccio-giallognolo con evidenti venature. Elastico e resistente, sopporta ottimamente I´umidità e riceve facilmente trattamenti con impregnanti. Per questo motivo è particolarmente adatto per costituire strutture e rivestimenti come perlinature e pannelli. Si impiega anche per la costruzione di infissi e mobili.

Particolare lavorazione di rivestimento di mobili che consiste nell´applicazione di "lastre" di legno pregiato per incollaggio, sulla superficie del mobile stesso. La lastronatura differisce dall´IMPIALLACCIATURA per il diverso spessore del legno utilizzato. Mentre nella impiallacciatura il legno ha spessore inferiore al millimetro, nella lastronatura si utilizzano fogli di 2 e addirittura 3 millimetri. La finitura superficiale può essere più approfondita e accurata e l´aspetto finale e certamente di grande pregio. La lastronatura di un mobile è una lavorazione altamente specializzata che deve essere eseguita da esperti nel restauro di mobili.

Sostanza elastica e spugnosa che funge da sottofondo a molti tipi di moquette in particolare ai bouclé. ll suo spessore, di alcuni millimetri conferisce, insieme alla tessitura propria della moquette, una particolare morbidezza al calpestio. Le moquette con lattice sono adatte sia alla posa libera sia per incollaggio diretto al pavimento e risultano adatte a ricoprire le pavimentazioni di camere da letto.

La lavatrice è uno degli elettrodomestici maggiormente sottoposti a usura a causa del continuo funzionamento cui viene sottoposta. I principali guasti alla lavatrice sono causati dal cattivo funzionamento della rotazione del cestello. In particolare, la cinghia che trasmette la rotazione dal motore può allentarsi o lacerarsi . La sostituzione è semplice. Un altro elemento che può danneggiarsi è la vasca del cestello. Essa può perforarsi a causa di corrosione e perdere acqua. In tal caso è necessario smontarla e sostituire la parte danneggiata.Anche la pompa di scarico può intasarsi o guastarsi: è abbastanza facile sostituirla con una nuova.Il motore raramente si guasta:quando ciò accade bisogna acquistarne uno identico e montarlo al suo posto. Durante questo lavoro è molto importante fare attenzione all´ordine dei collegamenti presenti nella morsettiera del motore stesso.Altri possibili danni sono la perdita d´acqua dall´oblò a causa di deterioramento della guarnizione e infine un cattivo funzionamento  del ciclo di lavaggio a causa del timer-programmatore. In questo caso si consiglia l´intervento di un esperto

Trattamento di finitura superficiale che consiste nell’applicare e
strofinare sostanze diverse secondo il materiale da lavorare.Sul legno
la lucidatura classica si effettua a cera, mentre sono molto diffusi
vari prodotti liquidi e spray che permettono di ottenere ottimi
risultati.La lucidatura si esegue con un panno morbido e pulito senza
premere con forza.
• Sulle parti metalliche la lucidatura può essere eseguita con Polish,
pasta abrasiva o cere speciali applicate a tampone e “tirate” con il
platorello da trapano dotato di cuffia in lana.

Elementi di copertura per pavimento costituiti da tavolette ad incastro.
La pavimentazione a listoni è facile da realizzare: si esegue
collocando una intelaiatura di listelli sul pavimento, fissandoli con
tasselli a espansione. Sui listelli vengono inchiodati i listoni,
generalmente lungo lo sviluppo maggiore della stanza. I listoni vengono
incastrati l’uno all’altro per mezzo del dente e della scanalatura
presenti lungo i bordi. Quando la pavimentazione è completata i listoni
vanno trattati con particolari vernici vetrificanti che ne proteggono la
superficie. Lungo il bordo si applica un battiscopa che ha la doppia
funzione di proteggere la parte inferiore del muro e di nascondere la
fessura che rimane tra listone e parete. Esistono anche listoni
prefiniti, di modesto spessore, che si incollano gli uni agli altri ma
che si possono semplicemente appoggiare al pavimento esistente, meglio
se rivestito con l’apposito foglio di polietilene che protegge
dall’umidità e pareggia le imperfezioni.